d22e190c1dd22e190c1dd22e190c1dd22e190c1dd22e190c1dd22e190c1d

Mentre il mondo scopre lentamente più benefici della marijuana medica, molti stati federali hanno iniziato a legalizzare questa pianta magica. Anche se il governo federale considera un crimine il possesso o la coltivazione di marijuana, trenta stati, tra cui California, Colorado e Washington DC, consentono il possesso o la coltivazione solo di marijuana medica.

Se vivi in ​​uno stato in cui la cannabis è stata legalizzata, potresti essere interessato a suggerimenti per coltivare sinsemilla e altre varianti di marijuana nel tuo giardino. Ma coltivare cannabis in casa può essere più complicato di quanto sembri. Devi avere una comprensione di cose specifiche per svolgere perfettamente il compito.

Ecco alcune cose che devi sapere prima di coltivare marijuana nel tuo giardino.

varietà- Ci sono più varietà di marijuana disponibili che hanno vari vantaggi e caratteristiche. Se vuoi coltivare la tua cannabis all’aperto nel cortile di casa, c’è una varietà per questo. Allo stesso modo, esiste una varietà diversa per le piantagioni indoor. Parla con il tuo fornitore di semi e ottieni una varietà adatta in base alle tue comodità. Scegli varietà resistenti alla muffa con un breve periodo di fioritura; questa sarà la scelta più conveniente per te.

Genere- Potrebbe interessarti sapere che la cannabis è una pianta che produce fiori maschili e femminili su piante diverse. Le piante femminili sono ricche di composti psicoattivi, mentre non si possono fumare le piante maschili. Quindi scegli metà piante maschili e metà femmine e ometti le foglie maschili mentre fumi.

semi- I semi di cannabis non hanno bisogno di cure speciali o di un ambiente particolare per crescere. Puoi iniziare piantando il seme in un piccolo vaso al chiuso vicino alla finestra. Quindi, man mano che cresce, trasferiscilo all’aperto.

Condizioni- Assicurati che le piante ricevano almeno sei ore di luce solare diretta e un buon drenaggio. Una buona circolazione dell’aria li aiuterà a prevenire le malattie fungine, quindi assicurati che ci sia una distanza sufficiente tra le piante. Fornisci letame di compost sui letti delle piante per ottenere erba ricca di sostanze nutritive.

Alimentazione e irrigazione- Irrigare la superficie del terreno asciutto su cui sono posti i semi. Puoi anche applicare uno strato di pacciame. Durante le stagioni estive, prova ad aggiungere fertilizzanti azotati una volta ogni tre settimane per stimolare la loro crescita vegetativa.

Potatura- A seconda della varietà che acquisti, queste piante possono crescere fino a un’altezza di 12 piedi. Assicurati di tagliare il 30% di tutti i rami principali delle piante una volta ogni poche settimane. Incoraggerà la pianta a crescere meglio e più cespugliosa con più gemme di erba.

Raccolto- Le gemme iniziano a formarsi verso la fine dell’estate e dovresti ottenere la marijuana entro ottobre. Quando i pistilli dei fiori diventano bruno-rossastri, sai che sono pronti per la raccolta. Lascia da sei a otto pollici dallo stelo e poi taglia i boccioli. Taglia anche tutte le foglie.

Appendere i boccioli in un luogo caldo per circa una settimana in modo che possano asciugarsi correttamente. Quindi conservateli in un barattolo a chiusura ermetica. La tua marijuana coltivata in casa è pronta per essere utilizzata.

d22e190c1d