Chiuderti fuori casa può essere un’esperienza incredibilmente scomoda nel migliore dei casi e decisamente pericolosa se accade durante l’inverno o di notte.

Se questo accade a te, e probabilmente succederà a un certo punto della tua vita adulta, invece di farti prendere dal panico, cerca di mantenere la calma. Tutto andrà bene; devi solo mantenere il tuo ingegno su di te e seguire questi cinque passaggi di seguito.

Prova Le altre porte

Prima di perdere la testa, fai alcuni respiri profondi. Solo perché la porta che hai appena chiuso a chiave è dall’altra parte di dove dovresti essere, c’è ancora speranza. La prima cosa da stabilire è se esiste o meno una porta diversa che potrebbe essere aperta.

È probabile che, soprattutto se eri fuori casa, il momento in cui rimarrai chiuso fuori casa sarà una fredda giornata in cui non ci saranno altre porte aperte. Se sei un pignolo per avere sempre le porte chiuse, allora questo passaggio non ti aiuterà, ma in caso contrario, potrebbe valere la pena provare.

Prova una finestra

Se hai fretta di tornare dentro, dai un’occhiata a ogni finestra a portata di mano, a seconda della disposizione della tua casa. Se è inverno, probabilmente sono tutti ben chiusi, ma se rimani bloccato durante i mesi più caldi, potresti essere fortunato.

A seconda dello stato in cui vivi, le tue finestre potrebbero avere uno schermo a rete su di esse – che può essere semplicemente espulso in modo da poterlo attraversare e rientrare. Se possibile, potresti anche considerare di provare a infilarti tra i poveri cagnolini – se sei abbastanza piccolo o il cane è abbastanza grande, potrebbe funzionare.

Chiama i professionisti

Se i tuoi vicini sono via e non c’è nessuno in giro ad aiutarti, escludendo la dolce vecchietta in fondo alla strada, ora è il momento migliore per chiedere aiuto a una squadra rispettabile e affidabile come Miglior fabbro americano a Philadelphia, Pennsylvania.

Un fabbro esperto può aprire la tua porta in pochi minuti e spesso non vale la pena perdere tempo quando puoi chiamare i professionisti.

Chiama tua moglie o tuo marito

A patto che non lo siano chiuso fuori con te, tua moglie o tuo marito dovrebbero avere una chiave di riserva per la tua casa. Questo passaggio funziona solo se sono abbastanza vicini da rendere il viaggio degno di nota: se sono impegnati al lavoro e non possono aiutare, allora sei da solo!

Vale la pena provare, soprattutto se riesci a gestire la presa in giro. Queste cose accadono più spesso di quanto pensi, quindi non sentirti male.

Implementare un sistema di chiavi di riserva

Se vivi da solo e non vuoi che succeda di nuovo, questo è il momento perfetto per considerare chi dovrebbe avere una chiave di riserva per casa tua. Considera un amico o un familiare responsabile e degno di fiducia che vive nelle vicinanze o, meglio ancora, un vicino amichevole disposto ad aiutare in caso di necessità.

A condizione che la persona sia rispettabile e affidabile, creerà un solido piano di riserva per incidenti futuri. Se non hai nessuno come quello nelle vicinanze, dovrai rischiare, ma tieni a portata di mano il numero del fabbro, per ogni evenienza.